L’animazione 3D si sta rapidamente avviando verso la sua epoca d’oro.

Se è vero che le immagini corrono più veloci delle parole, l’impiego di render animati e video 3D permette alle aziende di veicolare un messaggio pubblicitario di impatto, adattandosi a tutti i canali e a tutte le piattaforme. Più ancora permette di mostrare oggetti, persone e ambienti che non devono essere necessariamente reali.

Per questo, l’animazione 3D è oggi uno degli strumenti più efficaci e versatili per la comunicazione d’impresa. Quindi: quali saranno i trend dall’animazione 3D nel 2019?

3D, 3D e ancora 3D

Dagli spot televisivi alle immagini commerciali, dalle campagne di marketing al gaming: l’impiego del 3D sta aprendo nuove strade per mostrare quello che primo si poteva solo immaginare. Il 3D è qui per restare e ne vedremo sempre di più.

3D, 3D e ancora 3D

Effetti speciali per l’advertising

Utilizzare effetti speciali visivi (o VFX) nella pubblicità ha permesso alle aziende di ampliare la presentazione di prodotti e servizi, rispondendo a una delle principali necessità di ogni campagna di comunicazione. L’uso di VFX permette di migliorare l’estetica di oggetti e ambienti e di dare il giusto “feeling” a ogni scena.

Quanto gli effetti VFX e l’animazione 3D si incontrano al più alto livello, il risultato è un prodotto che si distingua dalla massa e offre al pubblico un’esperienza visuale del tutto nuova, ed è su questi prodotti che le aziende leader di ogni settori stanno puntando per le rispettive campagne di advertising.

La realtà virtuale è dietro l’angolo

Se nel 2012 la realtà virtuale era poco di più di un’ambiziosa tecnologia dedicata al mondo dei videogame, oggi è una presenza fissa. La VR è già adottata con successo da aziende e organizzazioni in tutto il mondo, è l’impressione generale degli addetti ai lavori è di aver appena trovato un filone d’oro.

Quando il 3D si unisce al 2D

I professionisti dell’animazione 3D esplorano ogni giorno nuovi modi di combinare 3D e 2D, nei progetti più semplici come nelle produzioni con budget più corposi: ciò che ne deriva è una varietà di esperienze nuove e interessanti, che possono tradursi in nuovi strumenti di engagement del pubblico (soprattutto in ambito digital).

Si pronuncia “GIF”

Il più grande vantaggio delle immagini GIF (o Graphics Interchange Format) è la leggerezza: la facilità di accesso ne fa un ottimo strumento per raggiungere grandi quantità di utenti e comunicare idee, in particolare nei social media. Per le aziende che non vogliono (ancora) puntare sui video 3D, le GIF si configurano come la soluzione ideale.

Loghi animati

I loghi animati, un’altra applicazione dell’animazione 3D, si sono dimostrati un’opzione da considerare sia per le startup desiderose di imporsi all’attenzione generale sia per le aziende già affermate che puntano a espandere e rafforzare il proprio brand.

Attenzione all’interazione

L’animazione 3D applicata all’interazione apre le porte a un’esperienza più fluida da parte dell’utente e, di conseguenza, a connessioni più profonde tra un brand e coloro che lo seguono. Sempre più aziende operanti nel digitale stanno puntando sulle interazioni: aspettiamo di vederne sempre più anche sulle piattaforme web che usiamo su base quotidiana.

Rendering foto-realistico

I miglioramenti delle tecnologie per l’animazione 3D si traducono in maggiori possibilità: se un tempo render e modelli 3D di alta qualità erano esclusiva delle grandi multi-nazionali, ora anche aziende meno strutturate possono utilizzare il rendering foto-realistico nelle proprie campagne di comunicazione e stupire il pubblico.